top of page
  • Immagine del redattoreMattia Bizzotto

[QUANTE VOLTE TI HANNO FATTO DELLE FALSE PROMESSE?]

Diciamocelo: è capitato a tutti di venire approcciati da un network marketer poco serio e capire dopo poche parole che tutto quello a cui era interessato era la provvigione che gli sarebbe arrivata dal tuo starter pack.


Ti sei ritrovato pieno di mille promesse che però, poi, non hanno portato a niente.


O magari ti avevano assicurato che sarebbero stati al tuo fianco passo per passo, invece tutto quello che hai avuto è stata una manciata di video da vederti per conto tuo.


Ti sei sentito solo, triste, abbandonato.


Dov’era quella fratellanza, quella rete di aiuto che ti avevano promesso quando ti sei approcciato al network marketing?


Sia chiaro però che da parte tua ci deve essere stata tutta la voglia e la sana intenzione di riuscirci


Ti capisco perfettamente, è una storia che ho sentito tante volte e che porta con sé tantissima diffidenza (chiaramente giustificata).


L’ultima volta che mi è successo è stata questa settimana.


Ero andato a fare un appuntamento con un nuovo potenziale networker, il nostro primo incontro diciamo.


Ci siamo visti, abbiamo parlato, tutto bene. Lui era molto scettico, ma ci sono abituato.


Dopo esserci salutati, mi manda un messaggio.


«Mattia, posso farti una domanda?»


E io gli ho detto certo, dimmi tutto.


La sua risposta mi ha spiazzato. Mi ha chiesto «Come mai mi aiuti?»


Io lì per lì non sapevo bene cosa dire, te lo confesso.


Il fatto è che per me è normale aiutare chiunque abbia la voglia e la passione per iniziare questo mestiere. Invece, per lui era strano che un networker avviato e “di successo” (l’ha detto lui eh, non io) dedicasse del tempo a aiutare una persona normale.


Che poi, cosa vuol dire “normale”?


Non ho pregiudizi verso nessuno, non chiedo i risultati prima di parlare con un aspirante networker, ma semplicemente mi faccio guidare dall’istinto e cerco di capire se è la strada giusta per lui o lei. È proprio questo che gli ho risposto, cioè che credo nelle potenzialità di tutti gli esseri umani e che se hanno dedizione e costanza possono raggiungere risultati incredibili.


Gli ho raccontato di come anche io, sei anni fa, ero “solo” un falegname. Ma qualcuno ha creduto in me, e ora sono dove sono grazie a quella fiducia. Per cui semplicemente ho scelto di fare lo stesso con chi si avvicina a me e a questa meravigliosa professione.


Per me, nessuno sarà mai soltanto uno starter pack, uno zero in più da qualche parte, una provvigione presa con l’inganno, non lo facevo quando ne avevo fortemente bisogno, figurati ora.


Chiunque venga da me troverà onestà, sincerità, apertura e perché no, magari qualche piccola critica per crescere, le critiche costruttive de mancano é un problema serio. Ma io sono fatto così, sono trasparente come l’acqua, e se te lo posso dire è sempre stato uno dei miei punti di forza.


Penso di avere più persone alle quali do “fastidio”, a quelle che mi “amano” ma é il prezzo che la sincerità porta e lo pago molto volentieri


Visto che ho ricevuto fiducia, continuo a dare fiducia.


Ti sei mai trovato di fronte a qualcuno che ti ha deluso?



Mattia B.




3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

コメント


bottom of page