top of page
  • Immagine del redattoreMattia Bizzotto

[EUFORIA O SUCCESSO?]

Ti avverto: l’immagine di questo post tra me ed il mio sponsor non c’entra nulla col testo.


E allora, dirai, che l’hai messa a fare?


Perché sapevo che avresti apprezzato, e che ti avrebbe fatto leggere qui sotto. O, al massimo, che ti saresti fatto una risata, cosa che spero sempre di portare nella vita delle persone.


Ma veniamo al contenuto del post.


Molto spesso mi capita di parlare con persone che si sono avvicinate al mondo del network marketing spinte dall’entusiasmo, dall’euforia incontenibile che segue un evento ben riuscito, ma che poi si sono arenate dopo poco.


Quando arrivano da me sono tristi, demotivate, ripiegate su se stesse e sull’idea che tutto è inutile, tanto ormai hanno fallito.


Sai perché succede?


Perché chi ti ha introdotto in questo fantastico mondo ti ha convinto che bastava essere positivi, visualizzare il proprio successo già scritto per ottenere grandi risultati.


Se da una parte avere un atteggiamento propositivo è fondamentale, è importante anche non farsi “imbambolare” da chi ti confonde con queste belle parole ma non ti dice la verità.


Perché purtroppo ci sono queste persone nel nostro ambiente, per fortuna non lo rappresentano tutto ma è bene tenere gli occhi aperti.


Mentre tu ti gasi con le loro storie, la tua vita che odiavi è sempre lì fuori che ti aspetta.


Non basta visualizzare il successo per far sparire tutte quelle situazioni pesanti che ti hanno spinto a cercare un cambiamento.


Per pagare il mutuo non basta essere positivi, e neanche per far tornare i conti a fine mese.


All’inizio della mia carriera ho passato anche io un momento così.


Mi avevano promesso l’indipendenza economica, e invece il mio portafogli era sempre vuoto.


Mi avevano garantito che le persone avrebbero fatto la fila per lavorare con me, e invece i miei amici mi avevano tolto il saluto e quasi scappavano quando ci incrociavamo per strada.


Invece che gasato e pieno di soldi, mi sentivo solo e triste (e sempre con risorse limitate).


In quel momento ho capito una cosa importante, che oggi voglio condividere con te.


Se qualcuno che dovrebbe essere il tuo leader, la tua fonte di ispirazione, ti fa arrivare sul fondo del baratro, non è la persona giusta per te.


Non tutti, purtroppo, in questo ambiente vogliono il tuo successo più del loro.


Potresti trovare sulla tua strada qualcuno che vuole solo prendere da te, invece di ripagare i tuoi sforzi.


E così anche tu ti trovi in questa brutta posizione, a dover implorare le persone di lavorare con te, quando invece dovevi essere tu la soluzione ai loro problemi.


Sai cosa si fa in questi casi?


Esattamente quello che si fa quando sei in una relazione amorosa che non funziona: ci si lascia.


Magari all’inizio ti sentirai un po’ perso, ma ti basterà guardarti bene intorno per trovare qualcuno che ci tiene davvero al tuo cambio di vita.


Che prende sul serio la tua necessità di uscire dalla routine che ti sta uccidendo dentro, che vuole vederti brillare e che non ha paura che il suo successo oscuri il suo.


Allora si che l’energia che raccoglierai a ogni evento diventerà la benzina del tuo motore, e non una breve parentesi che, quando finisce, ti lascia ancora più giù di dov’eri prima.


Questo è quello che provo a fare con la mia squadra: brillare tutti, perché la luce di uno alimenta quella dell’altro.


E a te, è mai capitato di finire sul fondo del baratro per colpa di qualcuno?


Scrivimi, ti aspetto qui!


Mattia B.




22 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page